La sposa dello zar

ph Deka Mohamed Osman © Teatro Regio Torino
Opera e balletto 2023

La sposa dello zar | Nikolaj Rimskij-Korsakov

L’incomparabile bellezza di una fanciulla pura e generosa scatena passioni devastanti che conducono alla follia e all’annientamento. La vigorosa partitura di Rimskij-Korsakov, ricca di tinte fosche e temi popolari russi, è affidata a Valentin Uryupin, premiato interprete di musica slava e vincitore del premio internazionale di direzione d’orchestra “Sir Georg Solti” di Francoforte.

Esecuzione in forma di concerto

Prima esecuzione a Torino

 

Valentin Uryupin direttore d'orchestra
Andrea Secchi maestro del coro
Orchestra e Coro Teatro Regio Torino

Opera in quattro atti

Edizione in lingua originale russa

Musica di Nikolaj Rimskij-Korsakov
Libretto di Il'ja Tjumenev
tratto dal dramma omonimo di Lev Mej
Prima rappresentazione assoluta:
Mosca, Teatro Solodovnikov,
Sopratitoli in italiano/inglese
durata indicativa
160'

Personaggi e interpreti

Marfa Soprano

Nadine Koutcher

Alexander Roslavets
Vasilij Stepanovič Sobakin Basso

Alexander Roslavets

Elchin Azizov
Grigorij Grigor'evič Grjaznoj Baritono

Elchin Azizov

Sergey Radchenko
Il boiardo Ivan Sergeevič Lykov Tenore

Sergey Radchenko

Ljubaša Mezzosoprano

Ksenia Chubunova

Elisej Bomelij Tenore

Thomas Cilluffo

Domna Ivanovna Saburova Soprano

Irina Bogdanova

Un nuovo servizio al pubblico: potete acquistare il vostro Opera Buffet on line oppure la sera dello spettacolo presso le casse nel foyer d'ingresso poste a lato del guardaroba.

Calendario rappresentazioni

Opera e balletto
La sposa dello zar | Nikolaj Rimskij-Korsakov
TurnoA
2023-04-26 20:00:00 Europe/Rome La sposa dello zar | Nikolaj Rimskij-Korsakov di | Nikolaj Rimskij-Korsakov Teatro Regio di Torino Teatro Regio di Torino

Opera e balletto
La sposa dello zar | Nikolaj Rimskij-Korsakov
TurnoB
2023-04-28 20:00:00 Europe/Rome La sposa dello zar | Nikolaj Rimskij-Korsakov di | Nikolaj Rimskij-Korsakov Teatro Regio di Torino Teatro Regio di Torino

Argomento

atto

Il boiardo Grigorij Grjaznoj è in preda a tristi pensieri: è ardentemente innamorato di Marfa, ma lei è promessa a Ivan Lykov. Per dimenticare le sue pene, Grjaznoj allestisce un banchetto. Arrivano i convitati, tra i quali Ivan Lykov, da poco tornato da un viaggio in Europa, il medico dello zar Elisej Bomelij e Maljuta Skuratov. Grigorij presenta la sua amante Ljubaša. Quando gli ospiti se ne vanno, Grigorij trattiene Bomelij per chiedergli se gli possa preparare un filtro per far innamorare una ragazza. Il medico acconsente, ma la conversazione viene sentita da Ljubaša.

atto

Marfa e Dunjaša, dopo essere uscite da una chiesa, aspettano Lykov. Le ragazze attirano l'attenzione di un cavaliere di passaggio, che le due non riconoscono essere lo zar Ivan il Terribile. Arrivano Sobakin e Lykov e tutti si dirigono a casa dei Sobakin. La sera Ljubaša va da Bomelij a chiedergli una pozione di veleno. In cambio Bomelij le chiede il suo amore e la ragazza, trovandosi senza via d'uscita, acconsente.

atto

A casa dei Sobakin Lykov e Grjaznoj sono in attesa: lo zar ha riunito 2000 ragazze per scegliersi la futura moglie, e ne sono rimaste solo 12, tra le quali Marfa e Dunjaša. Si teme che lo zar possa scegliere Marfa, e che quindi le sue nozze con Lykov non possano aver luogo. Grjaznoj è invitato a fare da testimone alle nozze. Arriva a casa Domna Saburova e racconta che Ivan il Terribile ha messo gli occhi su Dunjaša, che molto probabilmente sarà la prescelta. Grjaznoj propone un brindisi in suo onore, e versa a tutti del miele, ma nel boccale destinato a Marfa aggiunge il filtro. Entrano Dunjaša e Marfa che beve il filtro. Saburova e Dunjaša cantano una canzone in onore di Lykov e della sua fidanzata. Inaspettatamente arrivano in casa dei boiardi a capo dei quali c'è Maljuta Skuratov, con la notizia che lo zar ha scelto di prendere in moglie proprio Marfa.

atto

Prima delle nozze Marfa dimora nel palazzo dello zar, ma un male oscuro la divora. Appare Grjaznoj e riferisce che Lykov ha confessato sotto tortura che voleva avvelenarla: pertanto è stato giustiziato per ordine dello zar. Marfa fuori di sé scambia Grjaznoj per Lykov. Grjaznoj capisce che, desiderando ammaliare Marfa, l'ha invece avvelenata. Non sopportando più la situazione, confessa tutto: è stato lui a calunniare Lykov e a somministrare a Marfa il filtro amoroso, che si è però rivelato essere un veleno. Chiede ai boiardi di catturarlo, ma prima vuole regolare i conti con Bomelij. Arriva Ljubaša e afferma che la pozione non è stata scambiata da Bomelij, ma da lei stessa, dopo aver ascoltato la conversazione tra Grjaznoj e Bomelij. Marfa ormai sta morendo a causa del veleno. In preda all'ira Grjaznoj sgozza Ljubaša e dice addio a Marfa, che nel delirio lo scambia ancora una volta per Lykov.

(fonte Wikipedia)

 

 

 

Newsletter

Rimani aggiornato su attività e promozioni del Teatro Regio

Iscriviti!