Tosca

Illustrazione di Marzia Caruso per Tosca
Regio Opera Festival 2022

Tosca | Giacomo Puccini

Una tragedia di passioni violente, una storia di potere e inganni, di riscatto femminile – non si era mai vista all’opera una donna vincere il ricatto di uno sbirro – travolto da un destino fatale. Puccini compie un salto avanti e firma uno struggente capolavoro.

 

A

 

Tosca nel primo film dedicato all’eroina di Puccini. Gli esterni, girati a Roma nel 1940, sono altamente suggestivi, tanto che lo stesso regista Carl Koch attribuirà alla città il ruolo di "prima attrice" del film

Stefano Ranzani direttore d'orchestra
Vittorio Borrelli regia
Claudia Boasso scene
Laura Viglione costumi
Christian Zucaro luci
Claudio Fenoglio maestro del coro di voci bianche
Andrea Secchi maestro del coro
Orchestra e Coro Teatro Regio Torino
Coro di voci bianche Teatro Regio Torino
Nuovo allestimento Teatro Regio Torino

Melodramma in tre atti

Musica di Giacomo Puccini
Libretto di Luigi Illica and Giuseppe Giacosa
tratto dal dramma La Tosca di Victorien Sardou
Prima rappresentazione assoluta:
Teatro Costanzi, Roma,
Sopratitoli in italiano/inglese
Atto I
46'
Intervallo
30'
Atto II
45'
Intervallo
20'
Atto III
28'

Personaggi e interpreti

Maria Agrest
Tosca Soprano

Maria Agresta

Giorgio Berrugi (foto Alessandro Moggi)
Mario Cavaradossi Tenore

Giorgio Berrugi

Elchin Azizov
Vitellio Scarpia Baritono

Elchin Azizov

Donato Di Gioia
Il sagrestano Baritono

Donato Di Gioia

Enzo Peroni
Spoletta Tenore

Enzo Peroni

Enrico Di Geronimo
Cesare Angelotti Baritono

Enrico Di Geronimo

Lorenzo Battagion
Sciarrone Baritono

Lorenzo Battagion

Riccardo Mattiotto
Un carceriere Basso

Riccardo Mattiotto

Calendario rappresentazioni

Regio Opera Festival
Tosca | Giacomo Puccini
Elchin AzizovMaria AgrestaGiorgio Berrugi
2022-07-05 21:00:00 Europe/Rome Tosca | Giacomo Puccini di | Giacomo Puccini Teatro Regio di Torino Teatro Regio di Torino

Regio Opera Festival
Tosca | Giacomo Puccini
Elchin AzizovMaria AgrestaGiorgio Berrugi
2022-07-07 21:00:00 Europe/Rome Tosca | Giacomo Puccini di | Giacomo Puccini Teatro Regio di Torino Teatro Regio di Torino

Regio Opera Festival
Tosca | Giacomo Puccini
Elchin AzizovMaria AgrestaGiorgio Berrugi
2022-07-10 21:00:00 Europe/Rome Tosca | Giacomo Puccini di | Giacomo Puccini Teatro Regio di Torino Teatro Regio di Torino

Argomento

atto

A Roma, nel 1800, il prigioniero politico Cesare Angelotti, evaso dalla prigione, cerca rifugio in Sant’Andrea della Valle. Il pittore Mario Cavaradossi, che vi sta dipingendo, lo soccorre e lo aiuta a nascondersi, quando sopraggiunge la sua amante Floria Tosca. La celebre cantante è insospettita dall’atteggiamento di Cavaradossi. Quando riesce a congedarla, Cavaradossi si allontana con Angelotti. Intanto si prepara la celebrazione del Te Deum per festeggiare la (presunta) sconfitta di Napoleone a Marengo. Il clima gioioso è spento dall’ingresso del barone Scarpia, il sinistro capo della polizia, sopraggiunto sulle tracce di Angelotti. Ritorna anche Tosca la cui gelosia, risvegliata dall’assenza del pittore, è alimentata da Scarpia, che conta di manovrarla a proprio vantaggio. Tosca si allontana furente, pedinata dai poliziotti. Durante il Te Deum Scarpia, in preda a una morbosa eccitazione, pregusta la cattura di Cavaradossi e la conquista di Tosca.

atto

Scarpia sta cenando a palazzo Farnese. Da un salone attiguo giunge la voce di Tosca, che esegue una cantata per la vittoria. Cavaradossi, catturato dai poliziotti, è condotto al cospetto di Scarpia e interrogato perché riveli il nascondiglio di Angelotti. La sua resistenza non è fiaccata neppure dalla tortura ma Tosca, intanto sopraggiunta, è sconvolta dalle grida dell’amante e rivela il nascondiglio di Angelotti. Rimasto solo con lei, Scarpia la ricatta: se gli si concederà, lei e Cavaradossi saranno liberi. Tosca acconsente e Scarpia finge di ordinare per Cavaradossi una fucilazione simulata. Ma mentre compila il salvacondotto, Tosca si impadronisce di un coltello e, quando l’uomo le si accosta per abbracciarla, lo uccide.

atto

All’alba, sulla piattaforma di Castel Sant’Angelo, Cavaradossi si prepara ad affrontare la fucilazione. Tosca lo raggiunge e, mostrandogli il salvacondotto, gli spiega che dovrà fingere di cadere sotto la scarica a salve del plotone di esecuzione. Ma quando i soldati si allontanano, Tosca si trova ad abbracciare il cadavere dell’amante. Intanto i poliziotti hanno scoperto l’uccisione di Scarpia e si precipitano per arrestarla: ma Tosca preferisce gettarsi nel Tevere, invocando la giustizia divina.

 

 

 

Newsletter

Rimani aggiornato su attività e promozioni del Teatro Regio

Iscriviti!